Potenziare le soft skills: progetto YEC

Potenziare le soft skills: progetto YEC

Il CIOFS-FP ha partecipato, in qualità di partner, all’incontro di apertura del progetto YEC (YOUTH EMPLOYABILITY COMPETENCES), tenutosi a Londra l’11 e 12 Marzo 2019.
Il progetto ha lo scopo di migliorare l’occupabilità dei giovani mediante il potenziamento delle soft skills.
Il Consiglio Europeo ha definito un piano politico, la cui strategia mira a colmare le lacune dei giovani lavoratori, ma anche dei datori di lavoro, implementando l’acquisizione di alcune competenze chiave, come per esempio:
• l’alfabetizzazione;
• le competenze linguistiche;
• le competenze in ambito scientifico: matematica, tecnologia e ingegneria;
• le competenze digitali;
• le competenze personali, sociali e di apprendimento;
• le competenze sulla cittadinanza attiva;
• le competenze imprenditoriali;
• la consapevolezza culturale e le competenze espressive.

Partendo dalle priorità indicate dal piano politico del Consiglio Europeo, il progetto YEC mira a creare un sistema di validazione e certificazione, soprattutto incentrato sulle soft skills, in particolare le competenze personali, sociali e di apprendimento.
Gli obiettivi del progetto YEC sono:
• favorire l’occupabilità dei giovani;
• creare sinergie tra datori di lavoro e giovani, finalizzate a sviluppare strumenti per far emergere e rinforzare le soft skills di questi ultimi.
Attraverso la creazione di moduli di formazione sarà possibile sviluppare un programma specifico che permetterà ai giovani di migliorare le proprie abilità.
Infine, attraverso lo sviluppo degli strumenti YEC, sarà possibile:
1. sviluppare e testare una metodologia che crei un’opportunità di dialogo tra giovani, datori di lavoro e le organizzazioni partner;
2. creare moduli di formazione destinati ai giovani per lo sviluppo di competenze personali, sociali e di apprendimento da utilizzare nel mondo del lavoro;
3. creare corsi di formazione per giovani lavoratori e orientatori che siano in stretto contatto con ragazzi in cerca di lavoro;
4. creare una guida per la validazione delle competenze trattate nel progetto.
Il prossimo meeting si terrà a Roma, a novembre 2019 e sarà rivolto ai partner, ai giovani lavoratori, ai datori di lavoro, ai formatori e agli orientatori.