Lavoro, Puglisi: “Bisogna rilanciare l'occupazione in frenata”

Lavoro, Puglisi: “Bisogna rilanciare l'occupazione in frenata”

Francesca Puglisi sottosegretaria del Ministero del Lavoro, nell’ intervista al Sole 24 Ore del 22 Ottobre 2019 annuncia: “Il reddito di cittadinanza è una buona misura di contrasto alla povertà, ma adesso dobbiamo concentrarci sulla fase due perché i navigator non diventino il capro espiatorio di un eventuale fallimento. I primi beneficiari profilati dai centri per l’impiego mostrano competenze molto basse, poco più della scuola secondaria di primo grado, e una storia di disoccupazione che dura da anni. Per loro, quindi, occorre puntare su una pluralità di strumenti, a cominciare da laboratori, corsi di aggiornamento e di formazione professionale, agganciandoli anche alle esigenze del territorio. Ma non c’è solo da far partire, e bene, la fase due del reddito di cittadinanza. Bisogna rilanciare l’occupazione in frenata: alcune rigidità dei contratti a termine vanno superate, e penso anche che il Jobs Act vada corretto prima che ce lo imponga la corte Ue”.
Secondo Puglisi “Bisogna superare battaglie e muri ideologici, e guardare ai fatti concreti – spiega -. I provvedimenti non sono totem, vanno monitorati, esaminati negli effetti di tutti i giorni, e se emergono criticità bisogna intervenire per correggerle” e aggiunge: “C’è però bisogno di far decollare la fase due, quella collegata alla ricerca del lavoro, e le prime evidenze che ci arrivano dalle regioni ci dicono che serve un impegno collettivo per accompagnare le persone all’autonomia. Per tanti percettori la prima necessità è quella di formarsi e poi di cercare un impiego”.