Padova: "Aperitivo in villa"

Padova: "Aperitivo in villa"

L’aria, pur essendo aprile, è ancora po’ fredda. Ma gli inviatati sono arrivati e scaldano il clima di casa. Sono molti, tanto che il ‘salone delle carrozze’ straripa.

Già, perché l’avvio del tour artistico è proprio nel salone che nel ‘600 ospitava le carrozze.

Gli allievi dell’indirizzo dei servizi al turismo sono tutti pronti per animare il loro primo evento. Sono impegnati a fare le guide turistiche, alla scoperta dell’arte nascosta nella villa Pisani-De Lazara, sede della comunità FMA.

Sono ragazzi di seconda, alla loro prima esperienza, ma hanno studiato la storia e l’arte di questa ‘villa’ che risale al ‘500 e che, nel tempo, è stata più volte ristrutturata.

La direttrice della comunità, sr. Mafalda Diana, dopo i primi ringraziamenti, chiarisce subito che ‘aperitivo’ è un… assaggio.

E infatti le nostre guide con grande disinvoltura hanno raccontato, guidato, dato vita a un evento straordinariamente giovane e nello stesso tempo armonico: tra poesia, arte, storia e musica.

La chitarra classica commentava la descrizione degli affreschi, mentre chitarra e voci rallegravano il drink ‘colorato’: il tutto con grande semplicità, calore e gioia.

Come prima volta, un grande successo. Soprattutto per la straordinaria capacità dei formatori di dare spazio ai giovani stando dietro le quinte, coinvolgendo nell’arredo e nella preparazione dei dettagli, anche gli allievi di altri percorsi.

Alla fine, ad ogni nucleo famigliare e agli ospiti, è stata offerta una rosa, fabbricata con le mani abili di chi sa decorare e personalizzare il grazie.

L’assaggio invita a… moltiplicare esperienze dove emergono talenti nascosti.