Alle origini della fede

Alle origini della fede

Mercoledì 17 aprile i collaboratori del Ciofs, del Vides, del Ciofs-scuola e Ciofs-fp hanno vissuto una bella mattinata di cultura, di fede e di fraternità, prima presso il Battistero di San Giovanni in Laterano, poi nella sede Nazionale di Via di San Saba.
Guidati dalla brava Dottoressa Anna Delle Foglie abbiamo scoperto i significati nascosti in quasi ogni pietra del bellissimo Battistero, a partire dall’ingresso esterno. C’è stata poi la celebrazione eucaristica presieduta dall’amico Don Carmine Ciavarella per poi concludere con gli auguri fraterni in comunità.
Un’esperienza di bellezza, di fede e di fraternità che ha aiutato tutti a prepararsi alla gioia della Pasqua.
Ecco di seguito la traduzione dei distici che riportati sulla trabeazione in marmo, a pianta ottagonale, che sovrasta le bellissime colonne di porfido rosso:

“Nasce da questo seme divino un popolo da santificare che lo Spirito fa nascere da quest’acqua fecondata.

Immergiti, peccatore, nel sacro fiume per essere purificato.

L’acqua restituirà nuovo quello che avrà accolto vecchio.

Non c’è più distanza tra coloro che rinascono,

una sola fonte, un solo Spirito, una sola fede (li) uniscono.

La madre Chiesa partorisce verginalmente in quest’acqua

i figli che concepì per ispirazione di Dio.

Se vuoi essere innocente purificati in questo lavacro sia che ti opprima la colpa paterna (di Adamo), sia la tua.

Questa fonte è la vita e lava tutto il mondo,

prendendo principio dalle ferite di Cristo.

Sperate nel regno dei cieli voi rinati a questa fonte.

La vita felice non riceve coloro che sono nati una sola volta.

Né qualunque numero o forma dei propri peccati atterrisca: chi è nato a questo fiume sarà santo”.